Iceberg e Giuseppe Perna
Iceberg e Giuseppe Perna

COPENAGHEN (Danimarca) – La dogo argentina Iceberg farà presto ritorno in Italia: è stato infatti approvato all’unanimità dal parlamento danese il provvedimento, con valore retroattivo, che consente alla cagnolona detenuta in un canile dal maggio scorso di rientrare nel suo paese a casa della sua famiglia.

La dogo era finita sotto sequestro dopo che il suo proprietario, lo chef italiano Giuseppe Perna, la aveva portata con sé in Danimarca in una trasferta di lavoro. Il giovane era in perfetta buona fede, e neppure alla dogana aveva avuto problemi. Nessuno gli aveva detto che il dogo argentino in quel paese è una “razza proibita”. Così, quando Iceberg si è fatta notare al parco, è stata portata via e messa a morte poiché questo prevede la legge danese.

La mobilitazione collettiva ha salvato la vita al cane. Ora, come annuncia Enpa in una nota, ecco la legge cosiddetta Salva Iceberg per riportarla in Italia. La norma entrerà in vigore subito dopo la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale danese. Questione di giorni, insomma, per il rimpatrio del cane annunciato sui social anche dalla cantante Noemi, che è stata parte attiva nel prendere posizione sulle sorti della dogo.

“La liberazione di Iceberg, ormai imminente, è una vittoria meravigliosa ottenuta grazie a una mobilitazione senza precedenti”, afferma la presidente nazionale dell’Ente di protezione animali Carla Rocchi. “Iceberg – aggiunge – è riuscita a creare una catena di solidarietà trasversale”.

Acquista Online su SorgenteNatura.it
Condividilo!