La cagnolina appena ricondotta a valle. Foto:  Sasl Cnsas (Facebook)
La cagnolina appena ricondotta a valle. Foto: Sasl Cnsas (Facebook)

RIETI – Parte della pelliccia era già ghiacciata e lei, una cagnetta bianca come la neve che la tratteneva in trappola, era rimasta bloccata sul Monte Terminillo a 2.000 metri di altezza in una zona impervia. A notarla in quella situazione di difficoltà sono stati due alpinisti, che hanno dato l’allarme al Soccorso Alpino. E’ accaduto durante il fine settimana.

Due tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas) del Lazio, della stazione di Rieti per la precisione, si trovavano già nei paraggi. A loro si sono aggiunti i vigili del fuoco. Una volta raggiunta la parete nord-est del Terminillo, hanno realizzato un’imbragatura per la cagnolina e la hanno ricondotto a valle, passo dopo passo, fino al Rifugio Angelo Sebastiani. La bestiola, una volta rifocillata e scaldata, è apparsa in buone condizioni fisiche.

Acquista Online su SorgenteNatura.it
Condividilo!