influenza malato 1ROMA – Può essere infetto? Posso portarlo fuori? E uscire per portarlo dal veterinario? Tante le domande che in queste ore si pongono i proprietari di un cane o di un altro animale domestico. In loro aiuto arriva l’Ente nazionale protezione animali (Enpa) con un autentico vademecum.

“Gli animali non trasmettono il coronavirus Covid-19. E’ bene dirlo subito e con chiarezza”, scrive l’Ente in una nota in cui richiama prioritariamente tutti a rispettare in qualunque comportamento le regole sanitarie indicate dai Decreti governativi: distanza di sicurezza, pulizia frequente e accurata delle mani senza portarsele a bocca e occhi, evitando abbracci tra persone. Ciò premesso, ecco come Enpa risponde ai quesiti più comuni circa la gestione dei cani.

  • passeggiata-boscoPosso uscire all’aperto con il mio cane?
Sì. Il decreto non vieta lo spostamento di uomini e animali all’interno dello stesso Comune di residenza. Fare una passeggiata con il nostro cane è necessario per il suo benessere e anche per il nostro. È una attenzione al “bene salute” umano e animale. Sempre stando molto attenti alle regole sanitarie minime.
  • Sono un volontario: posso continuare a fare volontariato per gli animali in una struttura?
Sì. Chiaramente occorre innanzitutto rispettare il principio della limitazione degli spostamenti. Quindi si può continuare a fare volontariato solo quando strettamente necessario per gli animali. È necessario compilare il modello di autocertificazione in cui si dichiara lo stato di necessità.
  • canileLe adozioni di animali nei rifugi sono sospese?
Le adozioni di animali nei rifugi non sono sospese. Tanto viene affermato anche in una circolare del Ministero della Salute a proposito delle prestazioni differibili e indifferibili. L’adozione di animali è considerata “differibile” solo al fine di limitare lo spostamento degli umani, ma non è né vietata né sospesa. Ovviamente vanno seguite le regole del rifugio presso il quale si vuole adottare un animale: alcuni danno in adozione solo per appuntamento, ad esempio. È bene quindi contattare telefonicamente prima la struttura, qualora si volesse adottare un animale. La condizione, in questo caso, è quella di recarsi nel rifugio situato nel proprio Comune di residenza.
  • cane_gatto_ciboPosso segnalare un animale vagante ferito o in difficoltà?

Si deve segnalare! Per il Ministero della Salute, il soccorso o il recupero di animali vaganti o feriti è una prestazione “indifferibile”. Quindi nel caso in cui ci fosse un animale vagante o ferito bisogna assolutamente segnalare il caso alla Polizia Municipale del luogo precisando che secondo il Ministero della Salute, il soccorso o il recupero è prestazione “indifferibile” e non può quindi passare in secondo piano.

  • C’è sufficiente disponibilità di cibo per animali?

La circolazione delle merci e la loro produzione non ha subito alcuna limitazione. Non c’è pertanto alcun timore in merito alla disponibilità, anche in futuro, di pet food.

Acquista Online su SorgenteNatura.it
Condividilo!