DAL MONDO – Il 2015 delle notizie curiose si è aperto il 12 gennaio con la fatwa emessa in Arabia Saudita contro chi fa pupazzi di neve, motivata con il divieto islamico di rappresentare figure, e si chiude con la chiusura, il 4 dicembre, dello storico bordello berlinese Cafè psst! che non regge più alla concorrenza. Ma nell’almanacco confezionato dall’Ansa per l’anno che se ne va tra i protagonisti ci sono anche i cani. Vediamo quando e perché:

asilo-cuccioli3-1000x600
Palestrina alla CANbridge

16 gennaio – A Napoli primo asilo nido per cuccioli di cane dai 2 ai 5 mesi. Insegnano a passeggiare e giocare. E’ organizzato dalla CANbridge University, centro cinofilo che con questa iniziativa punta a stimolare le abilità cognitive e sviluppare le capacità senso-motorie come mobility e gioco nei piccoli di cane. Il programma settimanale prevede, tra le 9 e le 12.30, diversi momenti come i giochi di attivazione mentale, la passeggiata, le palestrine o gli esercizi di calma ed autocontrollo. Alle 11 i cuccioli fanno ricreazione con il pappa time. Poi alle 12.30 fanno ancora un po’ di balocchi e dopo via, tutti a casa. Spiega Ludovica Pierantoni, veterinaria comportamentalista e responsabile della CANbridge University: “I cuccioli, fino al quarto mese di vita, attraversano la fase più importante del loro sviluppo ed è importante che facciano, in questo breve periodo, il maggior numero di esperienze positive. In questo senso l’asilo nido, pur non essendo un corso di educazione che non può prescindere dalla presenza del proprietario, rappresenta un valido aiuto nella gestione dei piccoli ed una esperienza che, stimolandoli fisicamente e psicologicamente e dando al gioco una valenza educativa, potrà aiutarli a crescere in modo equilibrato”.

cas
Martin Castrogiovanni

22 febbraio – Il cane morde l’omone: la stella del rugby Martin Castrogiovanni rimedia 14 punti al naso. L’azzurro stava giocando con il cane da caccia di un amico: improvvisamente l’animale si è rivoltato contro l’atleta procurandogli ferite gravi al viso, in particolare al naso, che lo hanno costretto a 14 punti di sutura. Castrogiovanni non ha così potuto scendere in campo con la nazionale italiana che aveva in programma la sfida contro la Scozia a Murrayfield (Edimburgo), valida per il Sei Nazioni. Ma il pilone era fuori gioco.

BBC
Don sul trattore con accanto il suo padrone

22 aprile – Cane prende il controllo di un trattore in Scozia e finisce sull’autostrada M74. “Un cane ha preso il controllo di un trattore, non è uno scherzo”: ha usato queste parole l’agenzia scozzese per il traffico quando ha dovuto avvertire gli automobilisti che percorrevano l’autostrada M74 di un fatto che aveva dell’incredibile. Ma, come si legge sul sito della Bbc era tutto vero. Don, un border collie di proprietà di un allevatore di Abington, South Lanarkshire, aveva per caso azionato i comandi di un mezzo agricolo e così aveva sfondato una staccionata ed era finito sulla importante arteria stradale scozzese, senza per fortuna causare un incidente ma solo forti rallentamenti. La corsa di Don è terminata sulla barriera spartitraffico. L’animale è uscito illeso e il suo padrone, Tom Hamilton, ha ammesso di essersi allontanato dal veicolo lasciando il cane seduto, “come al solito”, sul posto del passeggero.

Lo scontrino della verità
Lo scontrino della verità

20 luglio – Chiede al bar l’acqua per cane, paga 30 cent con lo scontrino a Treviso: “Era costo per la coppetta”. Seduto al tavolino di un bar in centro a Treviso, ha ordinato una bibita per sé e ha chiesto una ciotolina d’acqua di rubinetto per il suo cane. All’arrivo dello scontrino, il cliente è rimasto di sasso: nel conto c’erano anche 30 centesimi giustificati con la voce “acqua cane”. Una volta a casa, ha reso pubblica la vicenda pubblicando su Facebook la ricevuta fiscale del bar, i cui gestori si sono poi giustificati sostenendo che i 30 centesimi non si riferivano al valore dell’acqua data al cane, ma al costo del servizio al tavolo e a quello del contenitore.

Il cane Frosty con Leslie Ann Mandel
Il cane Frosty con Leslie Ann Mandel

5 settembre – Una milionaria di New York lascia nel testamento 100mila dollari per pappagalli, il cane e il gatto. Un fondo da 100.000 dollari per i suoi 32 pappagalli cockatiels, ma anche per il cane Frosty e per il gatto Kiki. E’ quanto prevede il testamento di Leslie Ann Mandel, milionaria di New York morta in giugno. Nel testamento i fondi sono stanziati affinché gli animali continuino a vivere nella casa da quattro milioni di dollari di Mandel a East Hampton, dove per i pennuti è tra l’altro collocata una enorme voliera. L’eccentrica milionaria viveva per loro, li considerava come figli, sostitutivi di quelli naturali mai avuti, al punto che le sue ultime volontà escludono gli umani: nel testamento la signora Leslie elenca per nome con amore uno per uno tutti e 34 gli animaletti. Nel documento la miliardaria dà poi esplicite istruzioni per la loro manutenzione settimanale ed esprime il desiderio che i pappagallini vengano nutriti con cibi selezionatissimi comprati presso un negozio specializzato e che la voliera sia pulita due volte a settimana, il lunedì e giovedì, per mantenere le stesse abitudini. Non e’ la prima volta che nei testamenti sono previsti fondi per animali. Leona Helmsley, magnate degli hotel, aveva lasciato 12 milioni al suo cane Trouble. In quel caso ci ha pensato un giudice a ridurre la cifra ad ‘appena’ 2 milioni di dollari.

Il cane è saltato per caso con una zampetta sul grilletto
Il cane sarebbe saltato per caso con una zampetta sul grilletto

18 settembre – Russia: cane salta sul grilletto del fucile posato a terra e uccide cacciatore. Proprio così: un salto con la zampetta sul grilletto e poi la tragedia. Un cacciatore è stato ucciso dal proprio cane, che avrebbe accidentalmente messo le zampe sul grilletto del suo fucile carico posato a terra, facendo partire un proiettile. Lo riferisce la Tass.  L’uomo era andato a caccia con altri due compagni e – almeno secondo la loro versione – i tre avevano deciso di fare una pausa lasciando a terra le armi. Il cane sarebbe saltato sul grilletto di uno dei fucili, puntato sfortunatamente ma anche incautamente contro uno dei cacciatori. Gli investigatori non escludono che la vittima possa essere stata uccisa accidentalmente da uno dei compagni ma non hanno aperto per ora alcuna indagine, in attesa della perizia balistica. La moglie del cacciatore rimasto ucciso, intanto, ha allontanato di casa il cane.

Acquista Online su SorgenteNatura.it
Condividilo!