La tabella mostra i casi rilevati di glioma a fronte dei cani esaminati
La tabella mostra i casi rilevati di glioma a fronte dei cani esaminati

SVEZIA – I tumori cerebrali nei cani, i gliomi soprattutto, sono eccezionalmente simili a quelli che insorgono nell’uomo sia per qualità che per incidenza: arriva dalla Svezia – e in particolare dai ricercatori della Uppsala University e della Swedish University of Agricultural Sciences – la scoperta che potrebbe aprire le frontiere a nuove terapie oncologiche. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista PLoS Genetics, e proprio alcuni geni sarebbero al centro della scoperta degli scienziati: “I gliomi – si legge nell’introduzione al contributo – sono la forma più comune di tumore maligno cerebrale negli esseri umani e la seconda più comune nei cani, e si verificano con frequenze simili in entrambe le specie. I cani sono preziosi modelli spontanei di malattie complesse degli umani: tra queste, i tumori. Diverse razze brachicefale quali Boxer, Bulldog e Boston Terrier hanno un elevato rischio di sviluppare il glioma ma altri, tra cui Carlino e Pechinese, non sono ad alto rischio”. Perché?, si sono chiesti in Svezia.

Nel tentativo, riuscito, di comprenderlo gli esperti hanno eseguito analisi genetiche su 25 diverse razze di cane, identificando un’area del genoma che differisce tra cani malati e cani sani. Questa regione potrebbe anche essere esito della selezione delle razze brachicefale ad alto rischio di sviluppare il glioma. In questa stessa zona del genoma i ricercatori hanno individuato tre geni precisi (CAMKK2, P2RX7 e DENR) associati con lo sviluppo del glioma nei cani, e hanno verificato che gli esseri umani possiedono gli stessi geni. I ricercatori puntano ora a capire se ci sia un legame tra i geni identificati e il glioma umano.
Quel che è certo è che, nelle razze canine su cui si è condotta la rilevazione, laddove sia presente quella specifica regione genetica queste si rivelano più esposte al rischio di sviluppare il glioma: “L’allele rischio – si legge nello studio – era presente anche in sei razze supplementari affette da glioma (Bovari australiani, West Highland White Terrier, Labrador Retriever, Mastiff, Pit Bull Terrier e American Staffordshire Terrier) e ha conferito a queste un rischio significativo”.
Qui le razze in cui alcuni tipi di tumore risultano sovrarappresentati rispetto alla media
Qui le razze in cui alcuni tipi di tumore risultano sovrarappresentati rispetto alla media

 

Acquista Online su SorgenteNatura.it
Condividilo!